social media

Due movimenti di traduttori volontari durante le proteste di Gezi Park: Gezi İçin Çevir [Tradurre per Gezi] e Translate for Justice

Settembre 2013

Tradotto dalla lingua inglese alla lingua italiana da Translators for Justice

Fonte: http://us5.campaign-archive1.com/?u=1d93cdb3f5b2685f2a121c71a&id=a010666f72&e=81c42871a0

Testo inglese: https://translateforjustice.wordpress.com/2013/10/12/tfj/#more-1495

Quest’articolo è stato pubblicato nel Babil Postası [The Babel Post], il bollettino in formato elettronico dell’Associazione degli interpreti di conferenza, nel volume di marzo-settembre 2013.

I media tradizionali hanno parlato a malapena delle proteste iniziate a causa del progetto per costruire un centro commerciale a Gezi Park, in piazza Taksim, nel centro di Istanbul. La prassi diffusa era l’autocensura o l’offerta di una programmazione da considerarsi propaganda filogovernativa. Al fine di fornire una fonte alternativa per le notizie e al fine di reagire all’atteggiamento dei mass media, molti traduttori, sia professionisti che amatori, sia in qualità di volontari di ONG sia in maniera indipendente, hanno dato vita a movimenti di traduzione sul web. In quest’articolo si parlerà di Gezi İçin Çevir [Tradurre per Gezi], uno dei primi esempi di tali movimenti e di Translate for Justice. (more…)