immigrazione

In fuga dalla povertà

Si è iniziato a parlare di migranti che fuggono dalla povertà, ovvero di migranti economici, da quando orde di persone in stato di bisogno hanno iniziato a riversarsi sul nostro territorio. L’espressione suggerisce che queste persone siano esse stesse colpevoli del loro destino, quando invece il nostro benessere contribuisce in maniera decisiva alla loro condizione di nullatenenza. 

di Sven Bensmann

Fonte: http://www.migazin.de/2016/11/08/armutsflüchtige/
Tradotto dal tedesco da: Translators for Justice

Quando si vuole parlare di “migranti” in maniera particolarmente negativa, si finisce prima o poi per utilizzare il termine “migrante economico”, volendo in tal modo prendere le distanze dal concetto di “profugo di guerra” e ricondurre l’emigrazione a una sorta di fallimento personale. (more…)

Le verità dietro al dibattito sull’immigrazione

1 ottobre 2015

Traduzione dal tedesco: Translators for Justice

Fonte: http://www.migazin.de/2015/10/01/die-wahrheiten-der-migrationsdebatte/

Perché i rifugiati sono sempre uomini? Quali rifugiati costano di più? E in cosa consiste davvero la minaccia paventata dall’attuale situazione dei rifugiati? Sebbene, per la natura stessa del tema, il dibattito sulla migrazione sia in perenne evoluzione, non mancano tuttavia aspetti la cui verità sia scientificamente indiscutibile. Un articolo del Dr. Chadi Bahouth

In linea di principio si distingue tra rifugiati, ovvero coloro che hanno diritto di asilo, e migranti in senso generico, che scappano o migrano per altri motivi. La divisione australiana di Amnesty International ha fatto suo l’appello di Al Jazeera e ha invitato i rappresentanti della stampa a distinguere tra “migrante” e “rifugiato”, mettendo in guardia di fronte a un uso scorretto della lingua. (more…)

Attenzione! “Razzismo” e “antisemitismo”: termini inflazionati

07.04.2014
Tradotto dal tedesco da Translators for Justice
Fonte: http://www.migazin.de/2014/04/07/inflationaerer-gebrauch-begriffe-antisemitismus-rassismus/

I termini razzismo e antisemitismo hanno davvero perso i loro tratti definienti a causa dell’uso inflazionato che se ne fa? Questa è senz’altro l’opinione di Micha Brumlik, pedagogista di Francoforte. In un convegno tenutosi a Colonia è intervenuto parlando dei limiti e delle opportunità della professione del pedagogo.

I valori della società e i punti di riferimento cambiano nel tempo. La domanda: “Tuo nonno era nazista o no?” raramente offre ancora spunti utili ai fini dell’educazione antirazzista e della critica all’antisemitismo, poiché le relazioni familiari con il nazionalsocialismo fanno praticamente ormai parte del passato. Questo è quanto ha detto il rinomato pedagogista di Francoforte Micha Brumlik in un convegno tenutosi a Colonia. (more…)

Piagnisteo ai massimi. Il “flusso migratorio” non è un flusso

05.12.2013
Tradotto dal tedesco da Translators for Justice
Fonte: http://www.migazin.de/2013/12/05/der-fluechtlingsstrom-ist-kein-strom/

di: Veit Bachmann

Le presunte ondate migratorie “nel nostro sistema sociale” o le nuove reti di pattugliamento europee a protezione delle frontiere nel Mar Mediterraneo ornano in questi giorni i comunicati sui profughi. Considerando i movimenti migratori in una prospettiva globale e storica, ci si accorge però di quanto sproporzionate siano le lagne. (more…)

Mercato immobiliare. Quando la discriminazione si fa evidente

15.11.2013
Tradotto dal tedesco da Translators for Justice
Fonte: http://www.migazin.de/2013/11/15/wohnungsmarkt-wenn-benachteiligung-sichtbar-wird/

È difficile dimostrare la natura discriminatoria di un comportamento. Secondo Mediendienst Integration, il portale tedesco di informazione su immigrazione e integrazione in Germania, un metodo sviluppato negli USA risulterebbe, invece, efficace per svelare comportamenti discriminatori nel mercato immobiliare. Molti studi realizzati in Germania dimostrano che gli immigrati partono svantaggiati quando si tratta di cercare una casa. (more…)