agricoltura

In fuga dalla povertà

Si è iniziato a parlare di migranti che fuggono dalla povertà, ovvero di migranti economici, da quando orde di persone in stato di bisogno hanno iniziato a riversarsi sul nostro territorio. L’espressione suggerisce che queste persone siano esse stesse colpevoli del loro destino, quando invece il nostro benessere contribuisce in maniera decisiva alla loro condizione di nullatenenza. 

di Sven Bensmann

Fonte: http://www.migazin.de/2016/11/08/armutsflüchtige/
Tradotto dal tedesco da: Translators for Justice

Quando si vuole parlare di “migranti” in maniera particolarmente negativa, si finisce prima o poi per utilizzare il termine “migrante economico”, volendo in tal modo prendere le distanze dal concetto di “profugo di guerra” e ricondurre l’emigrazione a una sorta di fallimento personale. (more…)