Una storia

Tradotto da Translators for Justice

Ho trattenuto la mia lingua fino a non sentire più i sapori.
Non è sempre stato così.
Ho sperato che la ragione tollerante si ergesse
dietro le ombre delle pistole.
Poi il governo ha cominciato a cancellare
ogni parola che non era presente
nel suo vocabolario. Ho aspettato. Poi ho ingoiato
i simbolici bocconi di libertà che ci davano.
Tra l’atro… c’era ancora qualcuno che non aveva perso la speranza?
Poi i loro manganelli hanno spaccato teste
e il fumo dei lacrimogeni era dappertutto e bruciava gli occhi.
È stato disumano, ma almeno il futuro è cominciato
in lacrime e la mia lingua ha riacquistato sensibilità.
Potevo assaporare le voci e gli slogan.
Chi si aspetta il miracolo? Io no
Ma questa era l’occasione per liberare
la mia lingua e l’ho colta al volo.

Autore: Jeffrey Kahrs

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s